Clown terapia

asd

La clownterapia, detta anche terapia del sorriso è una tecnica di terapia d’appoggio praticata da clown ospedalieri, artisti appartenenti ad enti privati (associazioni, cooperative, fondazioni, ecc.) che hanno affrontato una formazione iniziale per lavorare in ambito sanitario.  attraverso tecniche derivate dal circo e dal teatro di strada, rivolta a pazienti, specialmente bambini, ricoverati in strutture ospedaliere - ma anche in case famiglia, orfanotrofi, centri diurni, centri di accoglienza, per alleviarne lo stato d’ansia e la sofferenza

La gelotologia [dal greco gelos= riso e logos= scienza] è una nuova disciplina che studia in modo metodico la risata, il buon umore e il pensiero positivo rispetto alle loro potenzialità terapeutiche. Questa scienza costituisce un ponte tra la biologia, la psicologia, l'antropologia e la medicina. In effetti la risata ed il sorriso, se vengono studiati da una sola di queste prospettive trascurando le altre, risultano incompleti.

Ridere attiva tutte le parti del corpo umano: il cuore e la respirazione accelerano i loro ritmi, la pressione arteriosa diminuisce e i muscoli si rilassano. Anche la chimica del sangue si modifica, in quanto, tanto più la risata è esplosiva e spontanea, tanto più diminuisce la tensione e si manifesta una sensazione di liberazione che coinvolge tutti gli organi e le funzioni corporee. Tutto questo perché ridere stimola la produzione di beta-endorfine da parte delle ghiandole surrenali che producono cortisolo, un ormone che regola la risposta allo stress. La loro peculiarità sta nella capacità di regolare l'umore. Esse vengono rilasciate in situazioni stressanti come forma di difesa, in modo da poter sopportare meglio il dolore, fisico o psicologico. È ormai provato che il buon umore e la fiducia rafforzano l'organismo aumentando le difese immunitarie, mentre stati depressivi favoriscono l'insorgere di malattie.

Villa S.Agostino mette a disposizione per gli ospiti delle sue strutture un servizio innovativo di clownterapia con il sostegno della psicologa presente in sede, intraprendendo un percorso fino a poco tempo fà utilizzato solo nei contesti in cui sono presenti bambini, ma oggi utilizzato anche nelle case di riposo soprattutto americane dove ha avuto inizio questo trend.